Schloss Schönbrunn

Un’esperienza autentica del passato imperiale

Siegel der Schönbrunn Group

Orari d'apertura

mostra tutti
Schloss Schönbrunn
Castello di Schönbrunn
tutti i giorni | dalle ore 09.00 alle 17.00
Il parco del castello
dalle ore 6.30 alle 19.00

scopri i nostri tour

mostra tutti

Grand Tour

ll Grand Tour vi conduce attraverso l'intero piano nobile del palazzo: oltre alle camere private di Francesco Giuseppe ed Elisabetta, ai saloni di ricevimento esposti a mezzogiorno ed agli Appartamenti di Stato, potrete visitare anche le stanze di Maria Teresa.

Audioguide Audioguide
Durata ca. 60 min.

Imperial Tour

L‘Imperial Tour comprende gli appartamenti di Francesco Giuseppe ed Elisabetta e i saloni di ricevimento esposti a mezzogiorno, che affacciano sul giardino del palazzo. Negli appartamenti privati dell'ultima coppia imperiale che risiedette a Schönbrunn, entrerete in contatto con il loro destino, in particolare con quello della famosa imperatrice Elisabetta, e potrete ammirare le varie epoche stilistiche del Settecento e dell’Ottocento.

Audioguide Audioguide
Durata ca. 40 min.

State Apartments

La visita degli Appartamenti vi offre il meglio del Castello di Schönbrunn. Potrete ammirare opere d’arte totali impareggiabili, con gli imponenti saloni delle feste e i Gabinetti dall’atmosfera intima, che danno un’idea dello sfarzo che regnava alla corte di Maria Teresa, e inoltre potrete farvi un’idea dei gusti personali dell’imperatrice.

Audioguide Audioguide
Durata ca. 25 min.

Visita guidata Maria Teresa

La visita guidata ha inizio con le pitture pa esaggistiche barocche nelle sale al pianterreno.

Führung visita guidata
Durata ca. 50 – 60 min.

Visita guidata Francesco Giuseppe

Potrete farvi un’idea di alcuni ambienti non compresi nel percorso di visita tradizionale, attraverserete le varie epoche stilistiche dell’era imperiale.

Führung visita guidata
Durata ca. 50 – 60 min.

Sisi Ticket

3 attrazioni imperiali con 1 biglietto: Castello di Schönbrunn + Museo di Sisi con gli appartamenti imperiali e il museo delle argenterie di corte + Museo del mobile di Viena - 25 % di risparmio!

Sale 3 sedi imperiali
Audioguide Audioguide

Winter Pass

Schönbrunn d'inverno: 4 attrazioni - perfetto per una fredda giornata invernale!

Classic Pass

Con lo Schönbrunn Classic Pass per il castello hai scelto un'offerta particolare che ti dà tanti vantaggi.

Audioguide Audioguide
Durata 3-4 ore

Gloriette

La Gloriette, che domina l’altura di Schönbrunn nel parco, è una delle attrazioni turistiche più amate di Vienna ed un soggetto fotografico molto ambito. Già ai primi dell’Ottocento la Gloriette era molto apprezzata come piattaforma panoramica e tuttora è possibile accedervi mediante una scalinata.

Labirinto

Il Labirinto e il Dedalo nel parco del Castello di Schönbrunn, fra le maggiori attrazioni del giardino barocco, sono uno spazio ludico dedicato al divertimento e al relax di grandi e piccini!

Giardino del principe ereditario

Il Giardino del principe ereditario fu così chiamato quando al pianterreno del castello fu allestito l’Appartamento del principe ereditario Rodolfo. Vi si trovano magnifici parterre a broderie e preziosi esemplari della collezione di agrumi dell'Ente Federale austriaco dei Giardini.

Giardino dell’Orangerie

Nel giardino dell‘Orangerie a Schönbrunn potrai approfondire le tue conoscenze dell’architettura europea dei giardini. Lasciati ammaliare dal fascino delle pregiate piante esotiche come il melangolo, l’olivo e il mirto!

Museo per i bambini

Qui potrai imparare tante cose interessanti sulla vita dei figli dell’imperatore. Quali vestiti indossavano all‘epoca? Dovevano inchinarsi per salutare l‘imperatore e l’imperatrice?

Biglietto combinato Museo per i bambini + Labirinto

Il Castello di Schönbrunn è un'avventura da vivere insieme ai vostri figli: venite a visitare il Museo per i bambini del Castello di Schönbrunn, il Dedalo, Labirinto e l'aria giochi attrezzata Labyrinthikon con il nostro nuovo biglietto combinato.

Biglietto combinato Museo per i bambini + Labirinto + Giardino zoologico

Disponibile dal 1° aprile 2023
Venite a visitare insieme ai vostri figli il Museo interattivo per i bambini del Castello di Schönbrunn, il Dedalo, il Labirinto con l'aria giochi attrezzata Labyrinthikon e il Giardino zoologico di Schönbrunn!

Durata Disponibile dal 1° aprile 2023

Family Pass

Con il Family Pass vi immergerete nell'atmosfera della vita a corte di una volta: nel castello di Schönbrunn, al Museo per bambini e a Schloss Hof nel Marchfeld.

Audioguide Audioguide
Sale 2 sedi imperiali

News

Marie TheresiaTorMeidlinger TorHaup ttorHietziger TorMeiereitorHaup ttorMarie TheresiaTorMeidlinger TorHietziger TorMeiereitor
Sc hönbrunner SchlossstraßeTi voligasseGrünbe rgstraßeMarie TheresiaTorMeidlinger TorHaup ttorHietziger TorMeiereitor123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445
1a
1b
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
1
2
3
4
5

Lo Scalone blu

1a

Il vestibolo

1b

La stanza dell'aiutante di campo

1

La Stanza della guardia

2

La Stanza del biliardo

3

La Sala delle udienze

4

Lo Studio di Francesco Giuseppe

La Camera di Ketterl

5

La Camera da letto di Francesco Giuseppe

6

Il Gabinetto occidentale con la terrazza

7

Il Gabinetto della scala

8

La Camera della toeletta

9

La Camera da letto comune

10

Il Salotto dell'imperatrice

11

La Camera di Maria Antonietta

12

Il Salone con i ritratti delle arciduchesse

13

Il gabinetto della prima colazione

14

Il Salone giallo

15

La Stanza del Balcone

16

Il Salone degli specchi

17

Il Salone di Rosa

18

Secondo Salottino di Rosa

19

Primo Salottino di Rosa

20

La Stanza delle lanterne

21

La Grande Galleria

22

La Piccola Galleria

23

Il Gabinetto Cinese Circolare

24

Il Gabinetto cinese ovale

25

La Stanza del carosello

26

La Sala delle cerimonie

27

La Stanza dei cavalli

28

Il Salone cinese azzurro

29

La Stanza Vieux Laque

30

La Stanza di Napoleone

31

La Stanza delle porcellane

32

La Stanza del milione

33

Il Salone degli arazzi

34

Lo Studio dell'arciduchessa Sofia

35

Il Salone Rosso

36

Il Gabinetto orientale con la terrazza

37

La Camera ricca

38

Lo Studio dell' Arciduca Carlo

39

Il Salotto dell'arciduca Francesco Carlo

40

La Camera della Caccia

1

Le Stanze Bergl

2

Le Stanze bianco-dorate

3

La Cappella del Castello

4

Museo dei bambini del Castello di Schönbrunn

5

L'appartamento del principe ereditario

Lo Scalone blu

Lo Scalone blu è la scalinata più rappresentativa del palazzo.  Destinata secondo il protocollo all’accesso delle più alte cariche ai saloni di rappresentanza ed agli appartamenti della famiglia imperiale, la scalinata conduce pertanto solo al piano nobile.

Il vestibolo

Tra l’invaso della scalinata e le stanze private dell'imperatore Francesco Giuseppe e dell'imperatrice Elisabetta, nell'ala occidentale del palazzo, si aprono alcune anticamere, a mo’ di zona cuscinetto.

La stanza dell'aiutante di campo

Gli aiutanti di campo erano ufficiali dell'esercito assegnati al servizio personale dell'imperatore. Gli ufficiali che svolgevano quest’incarico di fiducia si alternavano nel turno di giorno e di notte.

La Stanza della guardia

In questa stanza montava di turno la guardia del corpo che sorvegliava l’accesso all’Appartamento dell’imperatore e consorte.

La Stanza del biliardo

Francesco Giuseppe si considerava innanzitutto un ufficiale del proprio esercito. I dipinti di grande formato di questa sala hanno pertanto come soggetto l'Ordine Militare di Maria Teresa, la massima decorazione al merito militare della monarchia asburgica.

La Sala delle udienze

Nella Sala delle udienze l'imperatore riceveva le persone invitate a un'udienza privata. Più volte alla settimana, anche i membri del governo, gli alti ufficiali militari e i funzionari di corte venivano convocati qui a rapporto.

Lo Studio di Francesco Giuseppe

I tanti quadri e fotografie di carattere privato sono una testimonianza dello stile degli arredi prediletto dall’imperatore. Nel corso della sua lunga vita, Francesco Giuseppe fece tesoro in questa stanza di una grande quantità di ricordi della moglie Elisabetta, dei quattro figli e dei tredici nipoti.

La Camera di Ketterl

La porta rivestita di parato sulla parete posteriore dello Studio conduce alla stanza di servizio del personale particolare dell’imperatore.

La Camera da letto di Francesco Giuseppe

In questa Camera da letto l’imperatore si spense il 21 novembre del 1916.

Il Gabinetto occidentale con la terrazza

Questa saletta conduce all’appartamento dell’imperatrice Elisabetta.

Il Gabinetto della scala

Nel Gabinetto della scala, che utilizzava come studio, Elisabetta scriveva la sua fitta corrispondenza, compilava i suoi diari e componeva poesie. Gli scaffali ospitano parte della sua biblioteca privata.

La Camera della toeletta

La Camera della toeletta, proprio accanto alla camera da letto, era la stanza più interna e intima dell'appartamento dell'imperatrice.

La Camera da letto comune

La Camera da letto comune fu arredata per la coppia imperiale in occasione delle nozze, nel 1854.

Il Salotto dell'imperatrice

In questo salotto Elisabetta riceveva gli ospiti. L'arredamento nello stile del Secondo rococò è un esempio tipico del decoro di un salone di rappresentanza della corte viennese ai tempi di Francesco Giuseppe.

La Camera di Maria Antonietta

Quando vi risiedeva Elisabetta, la Camera di Maria Antonietta fungeva da sala da pranzo della famiglia. Qui la famiglia desinava in cerchia ristretta, ossia l’imperatore e consorte e i loro figli, in seguito anche i generi, la nuora e i nipoti.

Il Salone con i ritratti delle arciduchesse

In questo salone dagli arredi in stile neorococò, un tempo appartenente all'appartamento di Elisabetta, è esposto oggi il celebre ciclo di ritratti delle figlie di Maria Teresa. Per questo questa stanza è nota anche come "camera dei figli".

Il gabinetto della prima colazione

Il piccolo gabinetto ad angolo deve la sua atmosfera accogliente ai quadretti floreali di stoffa, montati in cornici dorate nella boiserie sulle pareti.

Il Salone giallo

Con il Salone giallo iniziano gli appartamenti del castello prospicienti il giardino. Dalle finestre di queste stanze si gode la vista magnifica del parterre centrale del giardino, con le ariose architetture della Gloriette a coronamento dell’asse visivo.

La Stanza del Balcone

I numerosi dipinti esposti nella Stanza del Balcone raffigurano Maria Teresa e i suoi figli. I ritratti provengono dalla bottega del pittore di corte Martin van Meytens.

Il Salone degli specchi

Il Salone degli specchi, dalle magnifiche decorazioni rococò dorate, può essere senz’altro  definito un classico esempio di sala di rappresentanza dell'epoca maria-teresiana.

Il Salone di Rosa

Il gruppo delle tre Stanze di Rosa prende il nome dal pittore Joseph Rosa, cui Maria Teresa negli anni Sessanta del Settecento commissionò quindici paesaggi.

Secondo Salottino di Rosa

Le Stanze di Rosa sono un insieme dagli arredi uniformi, formato da una stanza più grande e da due salette adiacenti. 

Primo Salottino di Rosa

I dipinti di Joseph Rosa raffigurano paesaggi idealizzati italiani e delle regioni alpine.

La Stanza delle lanterne

Situata accanto alla scalinata principale, il cosiddetto Scalone blu, la Stanza delle lanterne rappresenta l’anticamera per accedere al salone delle feste del castello, la Grande Galleria.

La Grande Galleria

Lunga 43 metri e larga quasi 10, la Grande Galleria rappresentava la cornice ideale per le cerimonie di corte. Con la magnifica decorazione di stucchi dorati e gli affreschi sul soffitto, è un‘opera d‘arte totale dell’epoca rococò.

La Piccola Galleria

La Piccola Galleria sorge esattamente lungo l'asse centrale del palazzo e ospitava gli intrattenimenti a corte, insieme ai due gabinetti che l’affiancano. 

Il Gabinetto Cinese Circolare

Su entrambi i lati della Piccola Galleria si affacciano seminascosti due gioielli fra le sale storiche del palazzo: due gabinetti speculari l’uno di fronte all’altro, dallo straordinario decoro di opere d’arte dell’Estremo Oriente.

Il Gabinetto cinese ovale

Il Gabinetto cinese ovale funge da pendant al Gabinetto circolare situato sul lato opposto. Le due sale presentano un analogo decoro ma si differenziano per la forma perimetrale.

La Stanza del carosello

La Stanza del carosello fungeva da cosiddetta Prima Anticamera, in quanto ambiente intermedio tra la Grande Galleria e gli appartamenti di Maria Teresa e Francesco Stefano nell'ala orientale del palazzo.

La Sala delle cerimonie

Alla corte di Maria Teresa, la Sala delle cerimonie fungeva da Seconda o Grande Anticamera. In questa sala la sovrana riceveva in udienza i suoi ospiti sotto un trono a baldacchino. Oggi è qui esposto il ritratto probabilmente più celebre di Maria Teresa che la presenta come “prima donna d‘Europa” con un prezioso abito di pizzi brabantini a tombolo.

La Stanza dei cavalli

Durante l’Ottocento la Stanza dei cavalli fungeva da sala da pranzo. Per questo oggi vi è esposta una tavola imbandita a festa, che riproduce fedelmente una veduta della sala alla metà dell’Ottocento.

Lo Scalone blu

Lo Scalone blu è la scalinata più rappresentativa del palazzo.  Destinata secondo il protocollo all’accesso delle più alte cariche ai saloni di rappresentanza ed agli appartamenti della famiglia imperiale, la scalinata conduce pertanto solo al piano nobile.

Il vestibolo

Tra l’invaso della scalinata e le stanze private dell'imperatore Francesco Giuseppe e dell'imperatrice Elisabetta, nell'ala occidentale del palazzo, si aprono alcune anticamere, a mo’ di zona cuscinetto.

La stanza dell'aiutante di campo

Gli aiutanti di campo erano ufficiali dell'esercito assegnati al servizio personale dell'imperatore. Gli ufficiali che svolgevano quest’incarico di fiducia si alternavano nel turno di giorno e di notte.

La Stanza della guardia

In questa stanza montava di turno la guardia del corpo che sorvegliava l’accesso all’Appartamento dell’imperatore e consorte.

La Stanza del biliardo

Francesco Giuseppe si considerava innanzitutto un ufficiale del proprio esercito. I dipinti di grande formato di questa sala hanno pertanto come soggetto l'Ordine Militare di Maria Teresa, la massima decorazione al merito militare della monarchia asburgica.

La Sala delle udienze

Nella Sala delle udienze l'imperatore riceveva le persone invitate a un'udienza privata. Più volte alla settimana, anche i membri del governo, gli alti ufficiali militari e i funzionari di corte venivano convocati qui a rapporto.

Lo Studio di Francesco Giuseppe

I tanti quadri e fotografie di carattere privato sono una testimonianza dello stile degli arredi prediletto dall’imperatore. Nel corso della sua lunga vita, Francesco Giuseppe fece tesoro in questa stanza di una grande quantità di ricordi della moglie Elisabetta, dei quattro figli e dei tredici nipoti.

La Camera di Ketterl

La porta rivestita di parato sulla parete posteriore dello Studio conduce alla stanza di servizio del personale particolare dell’imperatore.

La Camera da letto di Francesco Giuseppe

In questa Camera da letto l’imperatore si spense il 21 novembre del 1916.

Il Gabinetto occidentale con la terrazza

Questa saletta conduce all’appartamento dell’imperatrice Elisabetta.

Il Gabinetto della scala

Nel Gabinetto della scala, che utilizzava come studio, Elisabetta scriveva la sua fitta corrispondenza, compilava i suoi diari e componeva poesie. Gli scaffali ospitano parte della sua biblioteca privata.

La Camera della toeletta

La Camera della toeletta, proprio accanto alla camera da letto, era la stanza più interna e intima dell'appartamento dell'imperatrice.

La Camera da letto comune

La Camera da letto comune fu arredata per la coppia imperiale in occasione delle nozze, nel 1854.

Il Salotto dell'imperatrice

In questo salotto Elisabetta riceveva gli ospiti. L'arredamento nello stile del Secondo rococò è un esempio tipico del decoro di un salone di rappresentanza della corte viennese ai tempi di Francesco Giuseppe.

La Camera di Maria Antonietta

Quando vi risiedeva Elisabetta, la Camera di Maria Antonietta fungeva da sala da pranzo della famiglia. Qui la famiglia desinava in cerchia ristretta, ossia l’imperatore e consorte e i loro figli, in seguito anche i generi, la nuora e i nipoti.

Il Salone con i ritratti delle arciduchesse

In questo salone dagli arredi in stile neorococò, un tempo appartenente all'appartamento di Elisabetta, è esposto oggi il celebre ciclo di ritratti delle figlie di Maria Teresa. Per questo questa stanza è nota anche come "camera dei figli".

Il gabinetto della prima colazione

Il piccolo gabinetto ad angolo deve la sua atmosfera accogliente ai quadretti floreali di stoffa, montati in cornici dorate nella boiserie sulle pareti.

Il Salone giallo

Con il Salone giallo iniziano gli appartamenti del castello prospicienti il giardino. Dalle finestre di queste stanze si gode la vista magnifica del parterre centrale del giardino, con le ariose architetture della Gloriette a coronamento dell’asse visivo.

La Stanza del Balcone

I numerosi dipinti esposti nella Stanza del Balcone raffigurano Maria Teresa e i suoi figli. I ritratti provengono dalla bottega del pittore di corte Martin van Meytens.

Il Salone degli specchi

Il Salone degli specchi, dalle magnifiche decorazioni rococò dorate, può essere senz’altro  definito un classico esempio di sala di rappresentanza dell'epoca maria-teresiana.

Il Salone di Rosa

Il gruppo delle tre Stanze di Rosa prende il nome dal pittore Joseph Rosa, cui Maria Teresa negli anni Sessanta del Settecento commissionò quindici paesaggi.

Secondo Salottino di Rosa

Le Stanze di Rosa sono un insieme dagli arredi uniformi, formato da una stanza più grande e da due salette adiacenti. 

Primo Salottino di Rosa

I dipinti di Joseph Rosa raffigurano paesaggi idealizzati italiani e delle regioni alpine.

La Stanza delle lanterne

Situata accanto alla scalinata principale, il cosiddetto Scalone blu, la Stanza delle lanterne rappresenta l’anticamera per accedere al salone delle feste del castello, la Grande Galleria.

La Grande Galleria

Lunga 43 metri e larga quasi 10, la Grande Galleria rappresentava la cornice ideale per le cerimonie di corte. Con la magnifica decorazione di stucchi dorati e gli affreschi sul soffitto, è un‘opera d‘arte totale dell’epoca rococò.

La Piccola Galleria

La Piccola Galleria sorge esattamente lungo l'asse centrale del palazzo e ospitava gli intrattenimenti a corte, insieme ai due gabinetti che l’affiancano. 

Il Gabinetto Cinese Circolare

Su entrambi i lati della Piccola Galleria si affacciano seminascosti due gioielli fra le sale storiche del palazzo: due gabinetti speculari l’uno di fronte all’altro, dallo straordinario decoro di opere d’arte dell’Estremo Oriente.

Il Gabinetto cinese ovale

Il Gabinetto cinese ovale funge da pendant al Gabinetto circolare situato sul lato opposto. Le due sale presentano un analogo decoro ma si differenziano per la forma perimetrale.

La Stanza del carosello

La Stanza del carosello fungeva da cosiddetta Prima Anticamera, in quanto ambiente intermedio tra la Grande Galleria e gli appartamenti di Maria Teresa e Francesco Stefano nell'ala orientale del palazzo.

La Sala delle cerimonie

Alla corte di Maria Teresa, la Sala delle cerimonie fungeva da Seconda o Grande Anticamera. In questa sala la sovrana riceveva in udienza i suoi ospiti sotto un trono a baldacchino. Oggi è qui esposto il ritratto probabilmente più celebre di Maria Teresa che la presenta come “prima donna d‘Europa” con un prezioso abito di pizzi brabantini a tombolo.

La Stanza dei cavalli

Durante l’Ottocento la Stanza dei cavalli fungeva da sala da pranzo. Per questo oggi vi è esposta una tavola imbandita a festa, che riproduce fedelmente una veduta della sala alla metà dell’Ottocento.

Il Salone cinese azzurro

Con il Salone cinese azzurro ha inizio la zona privata dell’Appartamento di Maria Teresa e del consorte Francesco Stefano, una fuga di stanze caratterizzate da arredi di particolare pregio.

La Stanza Vieux Laque

La Stanza Vieux Laque è una delle creazioni architettoniche più importanti di Schönbrunn sotto il profilo storico-artistico. L’impressione di particolare sfarzo che suscita la sala è data soprattutto dai pannelli in lacca nera provenienti dalla Cina.

La Stanza di Napoleone

Gli arredi della sala che oggi prende il nome di Stanza di Napoleone furono più volte rinnovati durante l’Ottocento.  Quando la stanza fu sottoposta ad un intervento di restauro nel 2007, si decise di evidenziare le diverse fasi storiche dell'arredamento e di offrirne una presentazione museale.

La Stanza delle porcellane

Questa saletta era lo studiolo privato di Maria Teresa. È un ambiente dal carattere squisitamente intimo ed è una testimonianza del gusto personale di Maria Teresa.  Non soltanto gli arredi corrispondono alla passione dell'imperatrice per le cineserie, molto in auge a quell'epoca, ma furono in parte realizzati dai suoi stessi familiari.

La Stanza del milione

La Stanza del milione presenta arredi particolarmente sontuosi e raffinati. Maria Teresa riceveva gli ospiti per le udienze private in questa stanza, un tempo nota come Sala degli Specchi, appartenente alla fuga di camere prescritta dal cerimoniale per la corte viennese.

Il Salone degli arazzi

Sia le pareti che le poltrone sono rivestite da preziosi arazzi: le sei sedute mostrano ciascuna due allegorie dei mesi dell’anno e dei segni zodiacali.

Lo Studio dell'arciduchessa Sofia

L'ambiziosa madre di Francesco Giuseppe, l'arciduchessa Sofia, non soltanto perseguì energicamente e con successo l'obiettivo che si era prefissa, ossia portare suo figlio sul trono asburgico, ma ne fu anche la principale consigliera politica: i contemporanei erano soliti definire l'arciduchessa “l’unico uomo alla corte di Vienna".

Il Salone Rosso

L’ambiente che oggi prende il nome di Salone Rosso è arredato nello stile tipico dell'ultimo periodo dell'imperatore Francesco Giuseppe. Il carattere della stanza è determinato dalla tappezzeria dei pannelli murali e delle sedute, in tessuto damascato di seta rossa noto con il nome di "damasco di corte", con il cosiddetto decoro ad ananas, il cui motivo centrale è ispirato al frutto tropicale.

Il Gabinetto orientale con la terrazza

Questa saletta è definita nelle fonti anche Gabinetto floreale per i pannelli murali dipinti di ghirlande di fiori.

La Camera ricca

Questa stanza porta giustamente il nome di "Camera ricca”, poiché vi è esposto il letto da parata di Maria Teresa.

Lo Studio dell' Arciduca Carlo

I dipinti di questo salone ci presentano la famiglia di Maria Teresa.

Il Salotto dell'arciduca Francesco Carlo

Attraverso una porta a vetri s’intravede il salone d'angolo, decorato con ritratti a grandezza naturale dei figli di Maria Teresa.

La Camera della Caccia

La Camera della Caccia conclude la visita del piano nobile del palazzo. Ricorda le origini di Schönbrunn come residenza di caccia imperiale

Le Stanze Bergl

Con l'avanzare dell'età, Maria Teresa soffriva sempre di più la calura estiva. Nell'ultimo decennio di vita si fece quindi allestire un appartamento estivo privato al pianterreno del castello.

Le Stanze bianco-dorate

Le occasioni speciali trovano la loro cornice ideale nelle Stanze bianco-dorate, dall’atmosfera indimenticabile. Le quattro sale possono essere affittate singolarmente o tutte insieme per il vostro evento: che si tratti di una cena, di un concerto, di un cocktail o di una presentazione, l'invito a un evento al Castello di Schönbrunn è sempre gradito.

La Cappella del Castello

La Cappella del Castello di Schönbrunn presenta essenzialmente ancora oggi la struttura spaziale e la disposizione architettonica della fabbrica originale del castello, realizzata dall'architetto Johann Bernhard Fischer von Erlach intorno al 1700.

Museo dei bambini del Castello di Schönbrunn

Il Castello di Schönbrunn ha in serbo un programma vario ed entusiasmante per i bambini e le famiglie. Per esempio una visita al museo interattivo per i bambini Schönbrunn, oppure una festa di compleanno per i bambini, le visite guidate per i bambini degli Appartamenti imperiali o ancora una visita al Labirinto, al Dedalo e all'area giochi attrezzata  Labyrinthikon – al Castello di Schönbrunn il divertimento è garantito per grandi e piccini!

L'appartamento del principe ereditario

Questa fuga di stanze al pianterreno del palazzo fungeva da appartamento del principe ereditario Rodolfo, unico figlio maschio dell‘imperatore Francesco Giuseppe e dell‘imperatrice Elisabetta, quando soggiornava a Schönbrunn .

Lo Scalone blu

Lo Scalone blu è la scalinata più rappresentativa del palazzo.  Destinata secondo il protocollo all’accesso delle più alte cariche ai saloni di rappresentanza ed agli appartamenti della famiglia imperiale, la scalinata conduce pertanto solo al piano nobile.

Primo Salottino di Rosa

I dipinti di Joseph Rosa raffigurano paesaggi idealizzati italiani e delle regioni alpine.

La Stanza delle lanterne

Situata accanto alla scalinata principale, il cosiddetto Scalone blu, la Stanza delle lanterne rappresenta l’anticamera per accedere al salone delle feste del castello, la Grande Galleria.

La Grande Galleria

Lunga 43 metri e larga quasi 10, la Grande Galleria rappresentava la cornice ideale per le cerimonie di corte. Con la magnifica decorazione di stucchi dorati e gli affreschi sul soffitto, è un‘opera d‘arte totale dell’epoca rococò.

La Piccola Galleria

La Piccola Galleria sorge esattamente lungo l'asse centrale del palazzo e ospitava gli intrattenimenti a corte, insieme ai due gabinetti che l’affiancano. 

Il Gabinetto Cinese Circolare

Su entrambi i lati della Piccola Galleria si affacciano seminascosti due gioielli fra le sale storiche del palazzo: due gabinetti speculari l’uno di fronte all’altro, dallo straordinario decoro di opere d’arte dell’Estremo Oriente.

Il Gabinetto cinese ovale

Il Gabinetto cinese ovale funge da pendant al Gabinetto circolare situato sul lato opposto. Le due sale presentano un analogo decoro ma si differenziano per la forma perimetrale.

La Stanza del carosello

La Stanza del carosello fungeva da cosiddetta Prima Anticamera, in quanto ambiente intermedio tra la Grande Galleria e gli appartamenti di Maria Teresa e Francesco Stefano nell'ala orientale del palazzo.

La Sala delle cerimonie

Alla corte di Maria Teresa, la Sala delle cerimonie fungeva da Seconda o Grande Anticamera. In questa sala la sovrana riceveva in udienza i suoi ospiti sotto un trono a baldacchino. Oggi è qui esposto il ritratto probabilmente più celebre di Maria Teresa che la presenta come “prima donna d‘Europa” con un prezioso abito di pizzi brabantini a tombolo.

La Stanza dei cavalli

Durante l’Ottocento la Stanza dei cavalli fungeva da sala da pranzo. Per questo oggi vi è esposta una tavola imbandita a festa, che riproduce fedelmente una veduta della sala alla metà dell’Ottocento.

Altre attrazioni a Schönbrunn

Altre sedi imperiali

Il barocco come esperienza vissuta per tutta la famiglia

Vivere l’esperienza indimenticabile del mondo di Sisi

Un viaggio nel tempo per il design, dal barocco allo Jugendstil fino ai giorni d’oggi

Castello di Schönbrunn  Mobile App

Schönbrunn

Mobile App