Zum Inhalt

Castello di Schönbrunn

Alla fine del Seicento l’imperatore Leopoldo I commissionò all’architetto barocco Johann Bernhard Fischer von Erlach, formatosi a Roma, la costruzione di un castello di caccia imperiale per l’erede al trono, il futuro imperatore Giuseppe I. Al posto della dimora di campagna costruita nel 1642 per l’imperatrice Eleonora di Gonzaga, vedova dell’imperatore, sarebbe sorto nel corso del Settecento un grandioso edificio di rappresentanza. Durante il regno di Maria Teresa alla metà del Settecento il Castello di Schönbrun, residenza imperiale estiva, divenne lo sfarzoso palcoscenico della corte. Sin da quell’epoca il palazzo ha ospitato i più grandi statisti europei, e anche con l’avvento della Repubblica Schönbrunn è rimasto teatro d'incontri politici ai massimi livelli.

Schönbrunn Geschichte
Castello di Schönbrunn

La storia

La panoramica storica del Castello di Schönbrunn e del suo parco. Dagli inizi, quando la tenuta si chiamava Katterburg, fino a quando divenne residenza imperiale estiva degli Asburgo.

Per approfondimenti
Castello di Schönbrunn

La visita

Vieni a scoprire il Castello di Schönbrunn in una visita virtuale che ti condurrà attraverso le sale di rappresentanza della residenza imperiale estiva a Vienna.

Per approfondimenti


Residenza imperiale estiva

Durante il regno di Maria Teresa alla metà del Settecento il Castello di Schönbrun, residenza imperiale estiva, divenne lo sfarzoso palcoscenico della corte. Sin da quell’epoca il palazzo ha ospitato i più grandi statisti europei, e anche con l’avvento della Repubblica Schönbrunn è rimasto teatro d'incontri politici ai massimi livelli.

Tutto qui corrisponde alla grandezza della monarca che vi abita. L'edificio è sfarzoso, il mobilio imperiale e di gusto finissimo.
(Johann Edler von Kurzböck, 1779)



Patrimonio culturale dell'umanità dell’UNESCO

Il Castello di Schönbrunn, uno dei più importanti siti culturali dell'Austria, è divenuto dagli anni Sessanta del Novecento una delle maggiori attrazioni di Vienna e attira folle immense di visitatori.

Nel dicembre del 1996, in occasione della XX conferenza del World Heritage Committee, il castello di Schönbrunn è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO. L’iscrizione nella World Heritage List, istituita nel 1972, conferma l'importanza mondiale del castello e dell'intero parco come “opera d'arte totale” del barocco.



A chi appartiene il Castello?

Di proprietà degli Asburgo sin dai tempi di Massimiliano II, alla fine della monarchia nel 1918 il complesso formato dal palazzo e dal parco, un tempo patrimonio imperiale e pertanto appartenente all’erario di corte, divenne di proprietà della Repubblica d'Austria e fino al 1992 fu amministrato dall’ente Schlosshauptmannschaft Schönbrunn.

Nel 1992 è stata fondata la Schloss Schönbrunn Kultur- und BetriebsgesmbH, società con natura di soggetto di diritto privato controllata al 100% dalla Repubblica d’Austria. La missione aziendale consiste nella preservazione, fruizione e finanziamento: i fondi per la conservazione della dotazione storica del palazzo e dei monumenti nel parco, nonché per il risanamento dell’intero complesso formato dal castello e dal parco di Schönbrunn, devono essere realizzati in proprio dall’azienda.

Più di Schönbrunn

Franz I. Stephan und Maria Theresia im Kreise der Familie, Martin van Meytens, um 1754-1755 (c)SKB

Gli Asburgo

Il »mondo degli Asburgo« è una mostra virtuale sulla storia degli Asburgo e la loro epoca. Per saperne di più sulla storia degli Asburgo clicca qui!

Dettagli
Gardens

Il parco del castello

Il parco del castello di Schönbrunn è un'area di ricreazione molto apprezzata a Vienna, e insieme al Castello di Schönbrunn è Patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO. Vieni a scoprire ora il parco del castello!

dettagli
Zur Hauptnavigation

Ich stimme zu, dass diese Seite Cookies für Analysen verwendet.

dettaglis