vai all'indice
Zeremoniensaal

La Sala delle cerimonie

Oltre ad essere la seconda o Grande anticamera degli appartamenti imperiali di Maria Teresa e Francesco Stefano I di Lorena, la Sala delle cerimonie era il salone delle feste per le grandi occasioni familiari come i battesimi, gli onomastici e i compleanni, i matrimoni dei membri aristocratici della corte e i banchetti aulici. Da qui la famiglia imperiale poteva inoltre accedere direttamente agli oratori della cappella di corte per partecipare alla Santa Messa.

Del decoro, databile intorno al 1755, fanno parte le grandiose rocaille ulteriormente valorizzate dagli ornamenti a tutto tondo nella zona arcuata della volta. La decorazione di stucchi dorati sulle boiserie è opera di Albert Bolla, come nella Grande Galleria. Alludono all’antica designazione di “Salone delle battaglie“’ gli ornamenti nell’arco della volta a forma di giavellotti, trofei, vessilli e altri armamenti, a simboleggiare la potenza della monarchia.

La Sala delle cerimonie è caratterizzata soprattutto dai quadri monumentali commissionati da Maria Teresa. Il ciclo di dipinti raffigura un evento significativo sia a livello politico-sociale che familiare, ossia le nozze dell'erede al trono Giuseppe con Isabella di Parma, della casa reale francese dei Borbone, avvenute nel 1760.

Come la maggior parte dei matrimoni dei suoi figli, anche quelle nozze furono un'abile mossa di Maria Teresa per alleare la Francia all'Austria. Il dipinto più grande della serie ritrae l'ingresso a Vienna il 5 ottobre della principessa di Borbone, nipote di Luigi XV, con il palazzo imperiale Hofburg di Vienna sullo sfondo. Gli altri quadri raffigurano le nozze, celebrate nella chiesa degli Agostiniani, il banchetto nuziale nella Grande Anticamera della Hofburg, la cena e la serenata nella Sala della ridotta.

Notevole è la fedeltà ai dettagli nella riproduzione degli edifici, dei personaggi, degli abiti e persino delle stoviglie. E’ inserito in questo ciclo pittorico il ritratto probabilmente più celebre di Maria Teresa che indossa un prezioso abito di pizzi brabantini a tombolo.

vai al menù principale di navigazione

Questo sito fa uso di cookie tecnici. Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie.

scopri