vai all'indice
La Camera da letto comune (c) SKB, Foto: Alexander Eugen Koller

La Camera da letto comune fu allestita per la coppia nel 1854, in occasione delle nozze, nello stile del secondo rococò, il cosiddetto stile Blondel, e arredata come già detto con i mobili di palissandro della ditta Schweigard und Abermann.

Come le sedute, anche i riquadri murali delle tipiche boiserie di legno bianco-dorato erano rivestiti di damasco di seta blu notte, intessuto di ghirlande di fiori bianchi. La stoffa in seta, passamanerie comprese è stata realizzata secondo il modello storico in occasione del restauro, nel 2014.

Questa camera da letto fu utilizzata soltanto nei primi anni di matrimonio. Elisabetta rifiutò sin dall'inizio la rigida vita di corte, e dal 1870 in poi si diede a condurre una vita autonoma, indipendente, dedicandosi a lunghi viaggi. In seguito alle frequenti assenze della moglie, adorata da Francesco Giuseppe fino alla sua tragica morte, l'imperatore divenne sempre più solitario. Elisabetta fu assassinata nel 1898 da un anarchico italiano a Ginevra.

vai al menù principale di navigazione

Questo sito web utilizza cookies.

Utilizziamo i cookie tecnicamente indispensabili e i cookie di analisi. I cookie di analisi vengono utilizzati soltanto dopo il consenso dell’utente ed esclusivamente a scopi statistici. Per approfondimenti sui singoli cookie, cliccare “impostazioni dei cookie”. Altre informazioni si trovano nella nostra dichiarazione per la tutela dei dati.