vai all'indice
Blauer Chinesischer Salon

Il Salone cinese azzurro era anticamente la sala del consiglio dell’imperatore Francesco Stefano I. Le pareti sono rivestite di parati cinesi dai quali prende il nome la stanza, con motivi floreali su sfondo giallo, i quali, come le boiserie in legno di noce, risalgono presumibilmente alla prima decorazione come sala del consiglio di Francesco I.

Gli arredi attuali in stile Luigi XVI sono stati ricostruiti in base alle fonti fotografiche della metà dell’Ottocento.

Fu qui che si svolsero i negoziati sfociati l'11 novembre del 1918 nella rinuncia di Carlo I, l'ultimo imperatore, agli affari di Stato. Il giorno seguente fu proclamata la Repubblica d’Austria. Si era così conclusa anche la storia di Schönbrunn come residenza imperiale.

vai al menù principale di navigazione

Questo sito web utilizza cookies per poter offrire ai nostri visitatori il miglior servizio possibile.
Utilizzando il nostro sito web, l'utente dichiara di accettare l'uso dei cookies. Per ulteriori informazioni, cliccate qui: Dichiarazione sulla tutela dei dati